VERSO ROMA-MILAN

Milan, Leao: "Siamo carichi, io cerco sempre di imparare dai miei errori"

 Il portoghese alla vigilia del match di ritorno dei quarti di Europa League contro la Roma: "Sarà una delle partite più importanti dell'anno"

@Getty Images

Rafa Leao è pronto a trascinare il suo Milan nel match di ritorno dei quarti di Europa League contro la Roma: "Siamo carichi, sarà una delle partite più importanti di questa stagione - le parole del portoghese a Milan TV -. Credo che siamo tutti consapevoli di ciò. Siamo fiduciosi, c'è sempre tanto rispetto per la Roma, ma noi andiamo lì per vincere. La mia prova col Sassuolo? Volevo dare una risposta dopo una partita in cui non avevo fatto tanto bene (quella d'andata, ndr). Io sono fatto così, se sbaglio cerco sempre di tornare più forte, di imparare dai miei errori. Peccato non aver vinto, allungare al secondo posto era importantissimo per noi. Comunque ho ritrovato gioia e fiducia".

"Spero di giocare bene e aiutare la squadra, se anche non dovessi segnare l'importante è la vittoria - ha proseguito il 10 rossonero -. Conteranno i dettagli, loro sono stati più bravi in questo all'andata, ma ora siamo più consapevoli, saremo più concentrati e affronteremo la Roma per batterla. Ribaltarla è possibile, proveremo a fare gol nei primi minuti e poi la giocheremo come una finale".

SULLE CRITICHE: "SERVONO A CRESCERE, MI PIACE LA PRESSIONE"

Leao ha poi parlato anche ai microfoni di Sky prima della conferenza stampa, tornando sulle critiche ricevute dopo la gara d'andata: "Le critiche mi servono per crescere, mi piace avere questo tipo di pressione".

Notizie del Giorno
il comunicato

Juve, esonero immediato per Allegri: "Comportamenti non compatibili con valori del club" 

la giornata 

Juventus, Allegri esonerato: sarà Montero il traghettatore. La giornata LIVE

BILANCIO IN BIANCONERO

Juve-Allegri, otto anni insieme: successi, critiche e un finale amaro

FINE DI UN'ERA

Max-Juve, una storia al capolinea: i retroscena di un addio annunciato

la ricostruzione

Juventus, gli sfoghi di Allegri: "L'anno scorso fatto un miracolo, sono stato il parafulmine"

Intervista Esclusiva

Inter, Dimarco: "Nessuno credeva nello scudetto dopo aver cambiato così tanto"